Reviews and comments by the Press on Antonio Aprile and his book...

Il romanzo d'esordio del mio amico Antonio Aprile è tra le mie mani!
Ho già divorato i primi capitoli: la scrittura è semplice, equilibrata e appassionata. La narrazione procede spedita ed incalzante, intriga ed incuriosisce il lettore, attirandolo: "ancora un'altra pagina". Lo consiglio a tutti gli amanti della musica e della letteratura contemporanea.
(Chiara Porcelluzzi, scrittrice)


Quando i miei mi hanno chiesto di leggere il tuo libro ero un po' scettica. Sono una lettrice incallita e so che questa vita non mi basterà per esaurire l'elenco delle letture che vorrei affrontare, pertanto seleziono con molta cura quello che leggo. Eppure, in questo caso ho dovuto ricredermi.
È una storia che si fa voler bene fin dalle prime pagine, impossibile non empatizzare col protagonista: le sue cadute bruciano sulla pelle, le sue gioie allargano il cuore. È una storia che invita a guardare con occhi più attenti coloro che si rifugiano dentro un silenzio, lo sguardo basso, le spalle chiuse sul loro mondo. È un monito bellissimo a non dimenticare mai la gentilezza, a proteggere malgrado tutto la capacità di meravigliarsi dello straordinario che sfiora le nostre vite, a sognare forte i nostri sogni.
La scrittura, poi, ha quella semplicità di lettura che denota una scelta accurata del linguaggio, una ricerca impegnata dell'espressione che riesca a rendere al meglio una sensazione o un'idea. Per dirla come farebbe Calvino, tra queste pagine ho trovato quella leggerezza "che non è superficialità ma planare sulle cose dall'alto", con la
delicatezza che solo un animo sensibile conosce. Bravo, Antonio.
Spero di leggerti ancora, magari in una prova narrativa più corposa, che mi tenga compagnia per qualche ora in più. Un abbraccio, e grazie.
(Angela Saba, curatrice della pagina Facebook Sbornie Letterarie)

lidea spettro 1.JPG
lidea spettro 2.JPG
lidea spettro 3.JPG
lidea spettro 4.JPG
lidea spettro 5.JPG