GUIDO LORUSSO small.jpg
IP0060_Cover Art Small.jpg

Guido LoRusso

Guido Lorusso risiede a Mola di Bari da più di 40 anni.  Dal 1975 al 2005 ha ricoperto il ruolo di direttore del Centro Regionale dei Servizi Educativi e Culturali del distretto BA/15, struttura decentrata dell' Assessorato alla Pubblica Istruzione e Cultura della Regione Puglia, con sede centrale in Conversano e con competenza d'intervento anche nei Comuni di Mola e di Rutigliano. Si è laureato con il massimo dei voti presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bari discutendo un'interessante tesi in Storia Contemporanea: "Gramsci e il problema del Fascismo”.

Nel corso della sua lunga esperienza lavorativa Guido  Lorusso (è stato consulente culturale del Comune di Rutigliano dal 2005 al 2009,  è ricercatore sempre attivo della Fondazione Giuseppe Di Vagno e  dell' IPSAIC) ha realizzato numerose  pubblicazioni sulla vita sociale, culturale e politica  del Sud Est barese e ha curato diverse  mostre archivistiche e documentarie  sul territorio con approfondite ricerche sui principali intellettuali democratici: Giuseppe Di Vagno, Piero Delfino  Pesce e Alfredo Violante.

A partire dal 1980 ha dato avvio in Conversano ad una linea di studio e di ricerca. nuova ed originale riguardante in particolare gli ultimi decenni dell' Ottocento, l'età giolittiana, la Grande Guerra e il ventennio fascista, fino alla ricostruzione democratica. Tale linea ha consentito, tra l’altro, di fare piena luce sulla figura di Giuseppe Di Vagno, delineandone il ruolo politico di primo piano svolto nel PSI, il suo impegno a livello amministrativo, la sua intensa attività giornalistica, la sua forte operatività indirizzata a costruire organismi di sostegno per la classe lavoratrice e ad elevare l’istruzione e la condizione di vita dei contadini poveri e dei senza terra.

Guido Lorusso attualmente mantiene la carica di Presidente del Club per l'UNESCO di Conversano e sta progettando la creazione di un grande Museo Storico Etnografico del territorio.